Pesce in tavola: le specialità Da Francesco

Uno dei prodotti più pregiati della nostra cucina è senza dubbio il Pesce, tantissime sono infatti le pietanze create dal nostro chef che hanno come protagonista questo alimento altamente proteico e molto ricercato.

Tra i prodotti più utilizzati ci sono i Gamberi Viola, i gamberi rossi ed il polpo, ma prima di passare ai “consigli del mese”, curiosiamo un pò sulla “storia ittica” delle specie che troverete in casa Da Francesco.

Partiamo con i Gamberi Viola. 

 

L’ Aristeus antennatus Gambero viola, è un crostaceo diffuso in tutto il mar Mediterraneo e vive in zone con fondali molli, fino a 1440 m di profondità. Ha un colore rosso pallido con sfumature violacee, effettua spostamenti verticali e vive in gruppo. Si nutre di molluschi e piccoli crostacei marini ed ha un gusto davvero unico. Il suo prezzo varia dai 50 ai 60 euro.

 

Il piatto che potrete gustare da Da Francesco con i gamberi viola è:

Spaghetti Mancini con pomodori datteri giallo e gamberi viola

Altro protagonista ittico è lo scampo, il suo habitat è la parte nord-est dell’oceano Atlantico ed il mar Mediterraneo. Si nutre di vermi e pesci e vive in zone con fondali fangosi. Da Francesco, come piatto, propone:

Linguine Mancini con pomodori ciliegini semisecchi campisi e scampi prima categoria

Nella cucina Da Francesco non può inoltre mancare il Polpo Locale, proposto con Tonnarelli al ragù e pecorino romano DOP Fulvi

Last but don’t least, signore e signori, ecco a voi I Gamberi Rossi! Più conosciuti e comuni dei cuginetti “viola”, i gamberi rossi si trovano nel Mediterraneo ed è un crostaceo distintivo di molte zone del Sud Italia. A farla da padrone è senza dubbio Mazara Del Vallo, cittadina vicino Trapani, che ha fatto del gambero rosso il segno particolare sulla sua carta d’identità. E Da Francesco, sempre attento alla qualità dei propri prodotti, non poteva non “arruolare” tra le proprie fila, proprio i gamberi rossi di Mazara, proposti in questo modo:

Battuta di gamberi rossi Mazara del vallo con burrata di Andria (caseificio Palazzo) e tartufo nero di Norcia

Insomma… Questo mese d’aprile è davvero pieno di bontà culinarie da non lasciarsi scappare. Vi aspettiamo!

 

da francesco